Ponte e Rotonda di San Mauro

Il Ponte e la Rotonda di San Mauro

Il Ponte di San Mauro ad una sola arcata a tutto sesto, scavalca l’Aniene nel luogo dove esisteva la diga di uno dei laghi neroniani.
Fu fatto costruire nel 1842 ad opera del papa Gregorio XVI, che prolungò la via Sublacense ai piani di Arcinazzo e nel territorio della Ciociaria.

Il ponte gregoriano fu minato e distrutto nel mese di giugno del 1944 dai Tedeschi in ritirata, per ritardare l’avanzata degli alleati. Provvisoriamente sostituito da un ponte di ferro, fu poi ricostruito, nella forma attuale in pietra cardellino, negli anni 1945-46.

La rotonda di San Mauro

Ha la forma circolare ed è un rifacimento di una primitiva costruzione. Originariamente era una cappella, costruita per ricordare il prodigio dell’obbedienza pronta di Mauro, fedele discepolo di S. Benedetto, il quale lo aveva inviato a salvare Placido, che, mentre attingeva acqua, stava annegando nel lago.

L’obbedienza fu talmente subitanea, che Mauro non si accorse di camminare sulle acque lacustri, senza annegarvi, come racconta S. Gregorio Magno nel secondo libro dei Dialoghi.

Altri luoghi interessanti