Presentazione dell’ebook Polenta e l’abito della festa. Il popolo di Subiaco

Polenta e l’abito della FestaIl popolo di Subiaco, Edizione accresciuta – 2014 di Giuseppe Cicolini è ora scaricabile gratuitamente on line a questo link e sarà presentata al pubblico alle ore 17 del 4 maggio 2014 presso la sede ANFFAS ex Stazione ferroviaria a Subiaco.

Il libro è “la narrazione continua di storia, storie, proverbi, sogni e speranze pubbliche e private” fatta in modo semplice e discorsivo e con sottile ironia. L’autore evoca storie locali degli Equi e dei Romani, di San Benedetto, dei garibaldini, della Resistenza e delle guerre. Descrive anche i cicli lavorativi dei contadini, dei pastori e degli artigiani, della vita domestica, del cibo e della polenta (il pane dei poveri), della religiosità popolare, dei maghi, del corteggiamento e del matrimonio, dei poeti a braccio e delle espressioni dialettali… Tra le specialità: pizza ntómmola(schiacciata gustosa ottenuta con la pasta di pane remenata per evitare la crescita, condita con olio, anice e uova); pappaciuccu (piatto caratteristico, frugalissimo e appetitoso a base di cavoli neri lessi e impastati con tozzi di pizza di granturco rafferma o pane casereccio. Il tutto viene ripassato in padella con olio d’oliva e aglio sfrigolato); sagnózzi(pasta fatta in casa con sola farina e acqua, tagliata a strisce larghe o strette e spesse, frugalissimo cibo sublacense); subbiachinu (dolce tipico, amaretto a forma romboidale ricoperto di zucchero gelato); tisichèlla (nome di un dolce locale bianco, tisico, e duro, a base di zucchero ed albume. Durante la prima dentizione veniva succhiata e pestata con le gengive del piccolino che la portava appesa al collo legata ad una fettuccia); tozzetto (dolce sublacense croccante a base di frutta secca tagliato a bastoncini, ricotti nel forno, dall’aspetto di tozzi).

Giuseppe Cicolini è nato a Subiaco. E’ stato insegnante, dirigente scolastico e ispettore tecnico del MIUR (Ministero dell’Istruzione). Sindaco di Subiaco negli anni ’70. Si occupa di educazione interculturale e dialogo interreligioso. E’ socio dell’associazione “Patrocinio di San Benedetto”. Ha scritto inoltre: 1963 – Il consiglio di Valle dell’Aniene (tesi di laurea reperibile presso la biblioteca di Santa Scolastica, Subiaco col n° 93); 1964 – Le piogge nella Valle dell’Aniene; 2000 – Vita e cultura di Subiaco all’inizio del III millennio (reperibile nella biblioteca comunale Subiaco); 2003 – La polenta e l’abito della festa: cultura orale e cultura materiale dei Sublacensi. I° Ed. Voce del tempo. Dal 2005 collabora al Mensile IL CITTADINO e al trimestrale AEQUA