Il Fascismo, la Guerra e la rinascita di Subiaco

Durante il ventennio della dittatura fascista a Subiaco, furono realizzate varie opere, come la costruzione dell’acquedotto del Cerreto, del Campo Sportivo in località “San Lorenzo”, della strada panoramica rotabile Subiaco-Jenne e l’apertura dell’Istituto Magistrale governativo.

Significativo fu il contributo di sangue, offerto dai giovani sublacensi, alcuni dei quali morirono in Africa, in Croazia, in Grecia, in Russia; fra loro fu Gerardo Lustrissimi, medaglia d’oro alla memoria. Leggi…

Articolo pubblicato nella categoria Storia